I 10 Sport Più Strani del Mondo

Val Thoermer / Shutterstock.com

Per secoli in tutto il mondo l’uomo ha inventato passatempi per divertirsi. Gli sport sono sempre stati un elemento importante in ogni cultura, e molti sono nati secoli fa e sono arrivati fino a noi nella loro versione più moderna. Siamo così fortunati da vivere in un’epoca in cui la maggior parte delle persone ha molto tempo libero, e quindi gli sport vengono costantemente inventati e reinventati: non c’è dunque da sorprendersi se il mondo delle competizioni sportive a volte si spinge oltre i limiti della normalità. Questo non significa però che gli sport più strani siano nuovi: molti dei più inusuali infatti sono stati inventati molto tempo fa, prima che ci fosse internet ad aiutare la gente a perdere tempo! Ecco 10 degli sport più strani che puoi incontrare facendo il giro del mondo.

10. Trasporto della Moglie (Finlandia)

Se pensavi che i finlandesi fossero i campioni della parità tra i sessi, ti sbagliavi. La Finlandia è il paese in cui è nato il “trasporto della moglie”, conosciuto anche come “corsa con la moglie”. Fondamentalmente, si tratta di una gara che si svolge ogni anno in cui i mariti devono correre una corsa a ostacoli portando le loro mogli sulle spalle. Il vincitore riceve il peso della propria moglie in birra. La gara più famosa si tiene a Sonkjärvi, in Finlandia, dove questo sport è stato inventato. Ci sono diversi stili per trasportare la propria moglie: a cavalcioni sulle spalle, con la tecnica usata dai vigili del fuoco o secondo lo stile estone in cui la donna è appesa a testa in giù con le gambe strette attorno alle spalle del marito. Lo sport si è diffuso in altre parti del mondo, compresi gli Stati Uniti e l’Australia. Sembra un ottimo modo per passare un po’ di tempo assieme!

9. Sepak Takraw (Malesia)

Il sepak takraw è uno sport di alto profilo in Malesia e in Thailandia. Venne inventato nel 15° secolo e non è certo stato adottato come sport nazionale dalle monarchie di questi due stati del sud-est asiatico. Il nome significa letteralmente “calcio palla” ed è composto dal termine malese per “calcio” e da quello thailandese per “palla”. Non somiglia però tanto al calcio quanto alla pallavolo. Due squadre, ciascuna composta da 3 giocatori, si trovano ai lati opposti di un campo diviso in due da una rete, e devono cercare di mantenere la palla in volo. La cosa difficile? Non puoi usare le mani. I giocatori di sepak takraw possono colpire la palla con i piedi, le ginocchia, o il mento.

8. Hornussen (Svizzera)

Gli svizzeri sono noti per alcuni motivi, ma in genere non per avere inventato l’Hornussen. Un dischetto, l'”hornuss” (calabrone) viene lanciato in aria dal battitore, che lo colpisce con una frusta per farlo partire. I giocatori della squadra avversaria cercano quindi di prenderlo con gli schindels, dei grossi cartelli fissati su lunghi bastoni, lanciandoli in aria. Le squadre sono composte da 18 giocatori e le partite sono suddivise in 4 tempi. Anche se l’Hornussen è uno sport antico (il primo caso documentato di cui si ha notizia risale al 1625, e si tratta di un reclamo nei confronti di due uomini che lo giocavano in una domenica pomeriggio), ha appena iniziato a diffondersi al di fuori della Svizzera grazie ad un’associazione internazionale fondata nel 2012.

7. Buzkashi (Afghanistan)

Anche se questo gioco è diffuso in ampie zone dell’Asia Centrale, è lo sport nazionale afgano. Il nome significa letteralmente “colpire la capra” in turco, e i giocatori a cavallo devono trascinare la carcassa di una capra verso una porta. In passato le partite duravano anche diversi giorni, ma ora sono stati introdotti dei limiti di tempo. I cavalieri in genere indossano abiti pesanti e hanno un vero codice d’onore: non devono scalzare da cavallo intenzionalmente altri giocatori né frustare i loro avversari. In Afghanistan il gioco era stato messo al bando dai Talebani, ma ora viene di nuovo giocato. Le partite si tengono tipicamente di venerdì, attirano migliaia di fan e i cavalieri più popolari vengono sponsorizzati da afgani benestanti. Lo sport viene giocato sotto l’egida della Federazione Olimpica Afgana.

6. Corse di Cammelli (Australia)

L’Australia di certo non è l’unico paese a proporre corse di cammelli, ma ospita due degli eventi maggiori: la Camel Cup che si tiene ogni anno ad Alice Springs, e il Boulia Desert Sands, nel Queensland, che vanta un premio di 25,000 dollari. I cammelli possono raggiungere la velocità di 65 km orari negli scatti e mantenere per un’ora la velocità di 40 km orari. Le corse di cammelli, come le corse di cavalli, sono uno sport popolare tra gli spettatori, e le scommesse sono fortemente incoraggiate. Spesso arrivano concorrenti da ogni zona del Medio Oriente: dal Bahrein, dalla Giordania, dal Qatar e dall’Arabia Saudita. I concorsi di bellezza per cammelli si tengono in genere insieme alle corse, e in alcuni luoghi ci sono veri e propri mercati che vendono prodotti legati ai cammelli come ad esempio il latte di cammello.

5. Bossaball (Spagna)

Il bossaball è uno sport davvero internazionale. Venne creato da un belga, venne giocato per la prima volta in Spagna e unisce calcio, atletica, pallavolo e capoeira brasiliana. Il campo è composto da 2 trampolini, ciascuno ad un lato di una rete circondata da una superficie gonfiabile. Un giocatore per ogni squadra occupa il trampolino dal proprio lato della rete. Uno di questi giocatori è l’attaccante, e lancia la palla. La squadra avversaria deve cercare di far tornare la palla indietro al di sopra della rete, in un massimo di 5 tocchi. Non solo è divertente da giocare, sembra anche incredibile perché i giocatori compiono vere e proprie acrobazie aeree mentre rimbalzano da un lato all’altro del campo.

4. Ferret-legging (Inghilterra)

Questo strano sport viene dallo Yorkshire, in Inghilterra, dove sembra sia stato inventato dagli operai delle miniere di carbone. Conosciuto anche come “mettili giù” e “il furetto nei pantaloni”, questo sport è più che altro un test di resistenza dato che i concorrenti si infilano dei furetti vivi nei pantaloni e li intrappolano chiudendo con una corda l’apertura alle caviglie. Chi riesce a tenere più a lungo il furetto nei pantaloni vince; il record del mondo è di 5 ore e mezza! Alcuni pensano che questo sport sia nato in un’epoca in cui soltanto i ricchi potevano tenere animali per cacciare, e i bracconieri erano costretti a nascondere i loro furetti. Questo sport esiste da molto tempo ma è diventato abbastanza popolare negli anni ’70, ed è tornato in auge grazie ad una gara che si è tenuta a Richard tra il 2003 e il 2009.

3. Kabaddi (Bangladesh)

Il Kabaddi è uno sport da contatto che unisce wrestling e ruba bandiera. Durante la gara un “raider” corre attraverso la linea centrale del campo e cerca di acchiappare i membri della squadra avversaria. Il raider non deve prendere fiato fino a quando non torna dal suo lato del campo e ripete sussurrando “kabaddi” per dimostrare di non aver preso fiato. Se non riesce a prendere un giocatore della squadra avversaria, non fa alcun punto. Il kabaddi è diffuso in molti paesi, tra cui India, Pakistan, Giappone e Iran, ma il Bangladesh ne ha fatto il proprio sport nazionale. Leghe professionistiche e tornei ufficiali, tra cui l’Asia Kabaddi Cup e la Kabaddi World Cup, stanno contribuendo a far conoscere questo sport in tutto il mondo.

2. Capoeira (Brasile)

Conosciuta anche come La Danza della Guerra, la capoeira è un’arte marziale brasiliana che unisce danza, musica e acrobatica in un’emozionante sfida. Quando viene usata per difesa personale la capoeira comprende molti colpi bassi e a spazzare, ma quando viene utilizzata per lo spettacolo tende a concentrarsi sull’acrobatica e sulle ruote. La capoeira viene quasi sempre accompagnata dalla musica, che dà il ritmo alla performance. Anche se la sua storia non è certa, sembra che la capoeira sia nata in Brasile tra gli schiavi africani durante il 19° secolo. Oggi la capoeira funge da ispirazione per molte scene di combattimento nei film e nelle serie televisive più popolari. C’è una discussione aperta anche sull’influenza della capoeira sulla breakdance, e alcune persone ritengono che abbia tracciato la strada per quest’ultima.

1. Yukigassen (Giappone)

Ecco uno sport che molti bambini apprezzeranno: una super battaglia di palle di neve. Lo yukigassen è essenzialmente questo. Ha avuto origine ad Hokkaido, in Giappone, e il nome di questo sport significa letteralmente “battaglia con la neve”. Lo yukigassen viene giocato da due squadre di 7 giocatori ciascuna. Quando un giocatore viene colpito da una palla di neve è eliminato dal gioco. Sono fondamentali le precauzioni per la sicurezza: i giocatori indossano speciali elmetti che proteggono anche il viso. Prima di una partita vengono preparate in anticipo fino a 90 palle di neve. Quando le squadre entrano in campo, il divertimento ha inizio! Si tengono gare in Finlandia, in Norvegia, in Australia, in Canada, in Russia e in Alaska, e il campionato del Mondo si tiene ogni anno a Sobetsu, a Hokkaido.

More On MapQuest

Video: 90 Seconds in Los Angeles
Die 10 bedeutendsten Wahrzeichen der USA
Educating Girls and Finding Purpose
7 Tips to Help Canadian Travelers Stretch Their Dollars in the U.S.
10 Things to See and Do in Cebu, Philippines
Yosemite Park’s 10 Best Hikes
Top 5 adrenalinschubgarantierende Aktivitäten bei den Niagara Fällen
The Best Things to See and Do in St. Louis